Piano d’Azione per il Clima e l’Energia di Parigi

10.000 apparecchi a LED ad alta efficienza energetica aiutano la città a ridurre il suo consumo energetico del 30% entro il 2020

Nell’ambito del suo Piano d’Azione per il Clima e l’Energia, la città di Parigi si è impegnata a ridurre il consumo energetico dei suoi Impianti di pubblica illuminazione del 30% entro il 2020. Una delle città più famose del mondo, vuole un sistema di pubblica illuminazione con il minimo impatto ambientale possibile, senza sacrificare nemmeno una briciola del fascino della Ville Lumière.

Una migrazione alla tecnologia LED, caratterizzata da un consumo energetico molto inferiore, era la scelta più ovvia.
Evesa, l’azienda in carico della pubblica illuminazione della metropoli, ha lanciato una gara nel quadro di una prima fase di intervento per sostituire 10.000 apparecchi in due anni e mezzo.

Oltre ai requisiti di efficienza energetica sul lungo periodo, con un mantenimento del flusso luminoso al 95% per 50.000 ore, gli apparecchi dovevano soddisfare anche esigenze tecniche (gradi IP e IK) e criteri estetici imposti dalla città, molto affezionata alla sua linea di apparecchi per l’illuminazione urbana caratterizzata da forme arrotondate.

Schréder ha risposto alla sfida e si è aggiudicata la gara con i Citea NG.

Rue du Château Landon
Paris
Francia

Era ovvio per noi che l’unico modo per soddisfare tutti i requisiti era riprogettare l’apparecchio Citea. L’estetica di questo classico apparecchio Schréder era già stata approvata dalla Commissione per l’Arredo Urbano. Abbiamo completamente riprogettato il motore fotometrico dell’apparecchio per integrare 56 LED per 87W di potenza, con temperature colore pari a 3000K, in modo da ottemperare ai requisiti di emissione luminosa sul lungo periodo.

Vincent Jacquet
Responsabile della zona dell’Ile-de-France per Schréder

La Citea NG è stata sviluppata con diverse opzioni di fissaggio (testa palo, ingresso laterale, a sospensione, su tesata) per prendere in considerazione le diverse tipologie di sostegno nel contest parigino.

La città è molto soddisfatta della nuova illuminazione che ha contribuito a ridurre il consumo energetico per la pubblica illuminazione già del 18%.