Zuidpark

SHUFFLE contribuisce a creare uno spazio pubblico vivace e sostenibile nel cuore di Anversa per residenti e visitatori.

Lo Zuiderdokken è un'area di 9 ettari che faceva parte dei docks di Anversa fino al 1969, quando fu trasformata in parcheggio. Per molto tempo è rimasta un'area di parcheggio trascurata, mentre il circostante quartiere Zuid si è sviluppato in un polo culturale, creativo e d'avanguardia.

I funzionari della città di Anversa volevano trasformare il sito in uno spazio pubblico molto amato, dove i residenti potessero relazionarsi tra loro e rinvigorire questo quartiere in rapida evoluzione.
 

Un nuovo spazio vitale che promuove il benessere e la convivialità

Nel settembre 2015, dopo aver consultato la comunità locale, si è deciso di trasformare quest'area in un parco verde e dinamico, denominato Zuidpark.

Nella prima fase sono stati costruiti due parcheggi sotterranei per attenuare eventuali problemi di disponibilità di parcheggio. Un livello è dedicato al parcheggio delle biciclette e prevede stazioni di ricarica elettrica. 

In superficie, il sito è stato riqualificato in 3 parchi quadrati, ognuno dei quali riflette le forme dei vecchi moli (Kooldok, Schippersdok e Steendok). Ogni parco ha il proprio carattere e offre spazi aperti con erba, piante varie, un bacino d'acqua, aree gioco, giardini comunitari e strutture sportive.
 

SHUFFLE, un sistema di illuminazione multifunzionale per una (r)evolution

Era necessaria una soluzione di illuminazione urbana che permettesse ai residenti di godere comodamente di questo nuovo spazio pubblico dopo il tramonto. Doveva integrarsi con il piano regolatore dell'illuminazione della città, che mira a migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso un'illuminazione più coerente e sostenibile. 

Schréder è stata scelta per partecipare alla trasformazione di questo spazio pubblico e i team ne sono stati entusiasti. 

Antwerp
Belgio

Soci

Contracting authority: Antwerp City Council
Project managment: AG Vespa
Design Consortium: Tractebel | ADR Architects | Georges Descombes | Les Eclairistes Associés | Erik De Waele
Lighting operator: Fluvius

Ci piace molto utilizzare la nostra esperienza nel campo dell'illuminazione per aiutare gli spazi urbani a evolversi e cambiare. E, più in generale, per contribuire a creare spazi di facile utilizzo che promuovano il benessere e la sicurezza dei loro utenti.

Steven Hulpiau - Key Account Manager Schréder
Steven Hulpiau
Key Account Manager - Schréder BE

La città di Anversa e i suoi partner AG VESPA e FLUVIUS hanno scelto il palo intelligente multifunzionale SHUFFLE, convinti dalle sue prestazioni e dalla sua versatilità. 

In primo luogo, perché l'architetto voleva un'illuminazione a forma di colonna dal design puro

In secondo luogo, integrando ottiche a 180° e a 360° nella stessa colonna, SHUFFLE non si limita a illuminare il pubblico, ma mette in risalto anche la vegetazione circostante, le aree sportive e ricreative e il patrimonio architettonico. Contribuisce a creare un ambiente più accogliente che soddisfa le aspettative della città e delizia i suoi utenti

Inoltre, la SHUFFLE è stata in grado di soddisfare la richiesta della polizia di Anversa di dotare il palo di una staffa per consentire l'installazione di telecamere di sorveglianza per ridurre gli angoli ciechi e soddisfare i requisiti di sicurezza.
 

Un sistema di illuminazione intelligente e scalabile 

Nelle 3 fasi del progetto saranno installati 204 pali intelligenti SHUFFLE, tra cui:

  • 6 dotati di telecamere di sorveglianza
  • 174 dotati di ottica a 360°
  • 24 con ottiche a 360° e 1 a 180°
  • 6 con ottiche a 360° e 2 a 180°.

I pali intelligenti SHUFFLE sono pronti per la connessione. Sono tutti dotati di prese Zhaga-D4i per soddisfare i requisiti di interoperabilità plug-and-play tra apparecchi di illuminazione e dispositivi connessi, come nodi e sensori. Ciò garantisce che il sistema possa essere scalato per future implementazioni di smart city e che funzioni senza problemi a lungo termine.

Grazie a questa riqualificazione, la città è riuscita nella sua sfida di trasformare un sito mal utilizzato in un vivace spazio pubblico dove le persone si incontrano volentieri giorno e notte.