People in Lighting: Superstar sotterranee

Le aziende sono definite dalle persone che lavorano per loro: da oltre un secolo Schréder è all'avanguardia nell'illuminazione grazie ai suoi dipendenti in tutto il mondo. Per tutto il 2022 ci concentreremo sulle persone che fanno di Schréder quello che è, incluso il loro percorso professionale, i progetti storici e le loro opinioni su dove sarà diretta l'illuminazione.


Per decenni, Schréder è stata in prima linea nella progettazione dell'illuminazione di tunnel. Dall'adattamento delle conoscenze fotometriche che abbiamo acquisito nell'illuminazione delle autostrade per le gallerie stradali, all'integrazione dei più recenti sistemi di controllo computerizzato, siamo stati costantemente in anticipo sulla curva - o proprio su quella della CIE. Abbiamo illuminato tunnel attraverso le montagne, sotto i canali ed intorno alle città. 

L'illuminazione a LED ed i sistemi di controllo all'avanguardia che la potenziano, sono ora adatti a gallerie stradali di ogni dimensione e tipo, apportando reali miglioramenti in termini di consumo energetico, accesso di emergenza ed esperienza dei conducenti. Le agenzie autostradali, i distretti urbani e gli urbanisti di tutto il mondo si stanno rendendo conto del valore di investire in nuove gallerie o di aggiornare quelle esistenti con l'illuminazione a LED.

Il team Schréder STAR viaggia in tutto il mondo per installare e mettere in funzione progetti di illuminazione intelligente delle gallerie

Abbiamo parlato con il team Schréder Technical Assistance and Response (STAR) di come collaborano con i clienti per portare un'illuminazione sicura e sostenibile nei tunnel di tutto il mondo. Corentin Dantinne, Maxime Gillet e Simon Bernard sono diventati Ingegneri del supporto tecnico alle vendite presso Schréder dopo aver studiato ingegneria civile a Liegi e, nonostante la loro giovane età, hanno molta esperienza nei sistemi di controllo delle gallerie e nella loro integrazione nei sistemi di controllo di supervisione e acquisizione dati (SCADA). 
 

Tutto parte dal cliente …

Maxime: Iniziamo discutendo ogni aspetto del progetto. Il cliente viene con una specifica: cosa vuole? L'opzione più conveniente, un'estetica particolare, materiali particolari, l'efficienza energetica è la priorità assoluta... possiamo aiutarli a raggiungere i loro obiettivi. Veniamo quindi alla discussione sui controlli. Vogliono solo un semplice on/off? Sistemi di dimming? O la Rolls-Royce completa?


Poi arriva la progettazione …

Corentin: La maggior parte del mio lavoro riguarda la progettazione illuminotecnica. Devo assicurarmi che l'illuminazione corrisponda alla curva di luminanza CIE dei tunnel, in modo che non ci sia alcun effetto "buco nero" quando i conducenti entrano ed escono in sicurezza, con gli occhi che si adattano ai livelli di luce diurna. Lavoro in Ulysse, un programma di progettazione illuminotecnica che abbiamo sviluppato internamente.

Trovo la migliore soluzione tecnica per ciò che il cliente desidera, dove dirigere la luce - assicurandomi che tutte le conoscenze fotometriche acquisite negli anni siano messe a frutto, poi Maxime e Simon progettano il sistema di controllo.

Corentin Dantinne - Schréder Sales Support Engineer
Corentin Dantinne
Group Technical Sales Support Engineer

Simon: Creo un registro per il loro sistema di controllo: utilizziamo Advanced Tunnel Solution 4 (ATS 4), che abbiamo sviluppato insieme a Phoenix Contact, per gestire i controller logici programmabili (PLC) che si collegano direttamente agli apparecchi di illuminazione. Un'unità ATS controlla 240 apparecchi, il cliente ha il totale controllo remoto e se dobbiamo integrarlo in un sistema SCADA, lo facciamo. Inoltre, il sistema di controllo ATS 4 è disponibile anche per il protocollo DALI, che è un'opzione conveniente per gallerie molto lunghe. 
 

L'installazione è più veloce che mai …

Corentin: Poiché le cose sono più flessibili di prima, il cliente può scegliere quale cablaggio utilizzare. Potrebbero voler mantenere i cavi esistenti, acquistarne nuovi da noi o anche da un altro produttore. Ma le cose sono cambiate completamente con il sistema plug and play... Invece di andare sul sito con enormi rotoli di cavo, abbiamo un sistema plug and play in cui tutto è pretagliato in fabbrica. L'abbiamo utilizzato a NorthConnex, uno dei tunnel più lunghi dell'Australia, e il cliente ne è rimasto entusiasta.

Maxime: Durante il processo di messa in servizio, controlliamo se tutto funziona, l'ATS può "vedere" tutti gli apparecchi di illuminazione. Abbiamo anche una fotocamera per la luminanza: scattando una fotografia, possiamo misurare con precisione i livelli di luminanza in un sito. Scattiamo foto all'interno e all'esterno, in una vasta gamma di condizioni, e se c'è un problema possiamo regolare fino a quando il cliente è soddisfatto al 100% e l'illuminazione soddisfa gli standard richiesti. È molto più veloce del modo in cui procedevamo prima, effettuando misurazioni in vari punti con un esposimetro!


Simon: Andare sul posto è una parte consistente del nostro lavoro. Di solito trascorriamo una decina di giorni in loco per configurare i sistemi, testarli, lavorare di notte e formare gli operatori dei tunnel su come funziona tutto. Schréder ha costruito gallerie in tutti i continenti tranne l'Antartide, ed è affascinante vedere come abbiamo adattato l'illuminazione dei tunnel alle condizioni locali, dai deserti alle coste.
 

E così è la manutenzione …

Maxime: Le gallerie cambiano e la manutenzione del tunnel deve avvenire quando è chiuso, il che ovviamente è un problema. Quando effettuiamo i controlli in loco, prima che un progetto sia concluso, normalmente iniziamo i lavori alle 23:00 e finiamo quando il tunnel riapre alle 5 o alle 6 del mattino. Ma con i sistemi di controllo ATS 4, sai già dove si trova il problema, quindi puoi entrare e risolvere i problemi rapidamente. 

Ciò significa che i tunnel non devono essere chiusi tutta la notte, risparmiando tempo per i team di manutenzione, denaro per l'operatore del tunnel e riducendo al minimo i disagi per gli utenti della galleria.

Maxime Gillet - Schréder STAR team
Maxime Gillet
Group Technical Sales Support Engineer

Coinvolgiamo il cliente in ogni fase …

Simon: Il committente viene spesso con noi durante il processo e ovviamente controlliamo che tutto funzioni come si aspetta prima di ottenere l'approvazione del progetto. Quando si tratta di utilizzare i sistemi di controllo, possiamo fare formazione in seguito o durante tutto il processo, come preferiscono. 

Possiamo formare tutto il personale che vogliono, secondo la modalità adatta a loro. Ci sono così tante opzioni con i sistemi di controllo, è importante che le conoscano tutte.

Simon Bernard - Schréder STAR team
Simon Bernard
Group Technical Sales Support Engineer

Questo lavoro riguarda l'illuminazione, non è solo un'altra mansione tecnologica …

Maxime: Quello che facciamo è molto specifico: non è interscambiabile con l'essere un programmatore in banca o altrove. Il profilo del sistema è incentrato sull'automazione, che riflette le competenze che troverai in numerosi settori. Ma le capacità fotometriche di cui abbiamo bisogno per ottenere questo risultato sono qualcosa di cui hai bisogno solo in questo ambito e rendono il lavoro davvero interessante.


I nostri progetti preferiti raccontano tutti una storia …

Corentin: Come il Tunnel Huguenot, in Sud Africa. È stato fantastico lavorare con i clienti, erano davvero interessati al nostro approccio. Abbiamo vinto il progetto e abbiamo iniziato a lavorare durante la pandemia, è stato un periodo difficile, quindi il progetto ci ha fornito qualcosa di utile su cui concentrarci. 

Soluzione di illuminazione del tunnel Huguenot in Sudafrica

Maxime: Tamoios è il mio preferito: attualmente sto lavorando a questo incredibile progetto nello stato di San Paolo, in Brasile. Il tunnel T3/T4 sarà il più lungo del Brasile, poco più di 5,5 km quando sarà completato. È in mezzo alle montagne, vicino alla spiaggia. Lassù puoi ammirare viste incredibili sulla città: è un tunnel completamente nuovo, bellissimo all'interno e l’aspetto tecnico è incredibile. 

Simon: Anche Huguenot. È il primo completamente illuminato con ATS 4 e abbiamo installato più di 6.200 apparecchi LED a risparmio energetico in 48 giorni... niente male!

Entra in contatto con Corentin, MaximeSimon su LinkedIn.